TNS

Comprendere il consumatore connesso - Lo scenario per il 2016

Connected Consumer TNS

Conosciamo il Consumatore Connesso? Sappiamo che ormai i nostri Consumatori fruiscono di contenuti on e offline. Come comprenderli per individuare le modalità migliori per "connetterci" a loro e comunicare i nostri messaggi di Brand?

I break demografici non sono più sufficienti per rappresentare le modalità di fruizione media: come segmentare la nostra target audience per comprendere il livello di influenza della rete e l'utilizzo dei Social? Solo così potremo individuare se i nostri Clienti (ed i Clienti del nostro settore) sono online e "come e dove" investire per costruire il nostro Brand e crescere.

Segmentando secondo la Digital Influence ed il Social engagement, TNS ha evidenziato che la popolazione si segmenta non solo per disponibilità di tecnologia, ma anche per atteggiamenti verso il digitale e verso il Social engagement. Si evidenziano 4 segmenti: Functional, Observers, Leaders e Connectors.

In particolare, la popolazione italiana si polarizza principalmente nei due stili di vita opposti: Leaders, (individui molto coinvolti dai social media e dal mondo online) e Functional (individui che colgono principalmente l’aspetto funzionale e di servizio della rete).

Una popolazione disomogenea, che però viene spesso considerata uniforme e segmentata soltanto per criteri socio-demo... o al massimo per interessi di fruizione.

Ma la realtà è che considerare, nelle attività di Marketing, l'audience come omogenea è un grave errore, che comporta spreco di risorse e inefficienze nei risultati.

La strategia corretta, dovrebbe essere infatti quella di valutare la propria customer base ed implementare una strategia diversificata, che parli ai quattro diversi segmenti: Leaders, Functionals, Connectors and Observers, piuttosto che focalizzarsi solo sui consumatori più "avanzati", i Leader o i Millennials. Approfondisci le 4 personas del Connected Consumer


Un'altra sfida da affrontare, è quella di comprendere le evoluzioni del consumatore connesso

Attraverso lo studio di TNS, Connected Life, che ha ascoltato più di 60.000 consumatori in 50 Paesi, nel 2015, sono stati individuati 8 trend: constantly connected, social fragmentation, screen agnosticism, TV to content, app consolidation, Ecommerce everywhere, appetite for disruption and the data exchange economy. Questo articolo ne sintetizza 3. Se vuoi conoscere anche gli altri 5, contattaci

TNS Connected Consumer Key Trends for 2016

Constantly connected

la disponibilità di smartphones, le nostre vite "never off", creano un'era di micro-moments, con una media di 83 sessioni al giorno (USA), evidenziando un cambiamento fondamentale nel nostro modo di consumare i diversi media disponibli, ormai costantemente connessi. Uno scenario in forte evoluzione, dove i media si alternano, scelti dal consumatore in esperienze di fruizione diverse, ma sempre senza soluzione di continuità. Il Consumatore sceglie il device, secondo le occasioni ed i contesti, ma si aspetta esperienze omogenee e fruizioni in continuità. Si evidenziano sovrapposizioni nelle fruizioni che possono essere valorizzate dai Brand nelle loro strategie di comunicazione integrata.

Social fragmentation

Non è più una sorpresa, ormai, il fatto che i Social network siano entrati nelle nostre vite. Siamo socially addicted: con circa la metà della popolazione mondiale che è membro attivo di un Social network. Un miliardo di questi membri viene da Facebook, un altro miliardo dalla Cina. I Social crescono e si specializzano: Facebook domina, ma altre piattforme, più recenti, crescono anche più velocemente. In Italia, WhatsApp, Instagram e Snapchat raccolgono proseliti, più o meno giovani... con la prima che ormai segue Facebook a distanza ravvicinata.... Dunque, le piattforme si caratterizzano, e si specializzano nei contenuti, nella tonality, nelle modalità di comunicazione... e naturalmente anche nei target.

Per usarle e sfruttarne le opportunità, bisogna conoscerle bene.

Screen agnosticism

Altro forte cambiamento, quello nell'uso dei device. Guardando solo a tablets, mobiles e PC, il mobile raccoglie il 50% del tempo speso su questi tre schermi, ma i consumatori, scelgono il migliore secondo i contesti, le occasioni, i fini. 

Con connessioni ormai veloci ed efficienti, sono sempre più felici di usare ogni device per le diverse attività, secondo i momenti della giornata e le disponibilità, rendendo sempre più complesso e difficile per i professionisti del Marketing valutare il ruolo di ogni device e piattaforma all'interno del media mix. Questo significa che diventa essenziale, per i Brand, avere contenuti digital ottimizzati ed adattivi, in modo che, pur se attraverso diverse piattaforme o device, offrendo così al consumatore la possibilità di fruire di una esperienza unica, senza soluzione di continuità.


Per saperne di più sui Trend che TNS ha evidenziato per il 2016 e per approfondire come il Digital impatta sulla consumer experience della tua categoria e del tuo Brand, segui il Webinar del 4 Febbraio

Se non hai potuto seguirlo, o preferisci una presentazione personalizzata, contattaci, anche solo per una telefonata (contatti in alto a destra nella pagina): saremo lieti di confrontarci con te e proporti spunti di riflessione per ottimizzare la tua Brand Strategy.